post al caso

sabato 30 aprile 2016

Viento - Puertomingalvo - Dopo la pioggia

IT-ESP-CAT

paraguas naranja en puertomingalvo

Puertomingalvo, 2012

Succede sempre, dopo la pioggia, se c'è stato il vento, i parapioggia vengono abbandonati. Non so se aveva piovuto - suppongo di sì - ma del vento ne sono sicuro. Dovevamo fare una gita, un'escursione, ma il forte vento impedì iniziarre la gita e i responsabili decissero di cancellare l'attività. È per ciò che visitammo Puertomingalvo, un paese in provincia di Teruel.
--------------
Puertomingalvo, Semana Santa de 2012. Viento, mucho viento; probablemente sea esta la causa del abandono de este paraguas. La lluvia, nosotros no la vimos; cabe suponer que la hubo, con viento incluído, por lo tanto paraguas inservible, aunque no lo parezca.
---------------
Havíem d'haver caminat, una excursioneta... El dia anterior vam fer el Penyagolosa. Avui era més aviat per a completar la Setmana Santa amb una caminada, però el vent era fortíssim i els vocals van optar per no començar-la i fer una mica de turisme. Entre d'altres, el petit poble de Puertomingalvo, on el paraigües abandonat dóna fe del vent (i d'una pluja que en tot cas no vam veure, perquè el cel era claríssim).

PODI-.

giovedì 28 aprile 2016

Carrer de Roger de Llúria

ESP-IT-CAT

façana eixample roger de llúria

C/ de Roger de Llúria, 83

Es casi sin esfuerzo que mirando hacia arriba en el Ensanche encontramos pequeñas perlas o atisvos palaciegos en las fachadas. Es la calle de "roger de llúria", que lleva el tráfico barcelonés de mar hacia montaña, por así decir. 
---------------
L'eixample è il quartiere di Barcellona che cementa le vecchie cittadine - anche quartieri a oggigiorno - che formano Barcellona. Ad una prima occhiata può sembrare fatto di strade uguali, una perfetta griglia di strade perpendicolari, grigie, noiose... non è vero.
--------------
Vaig anar per un llibre oblidat a Gràcia, des de Ciutat Vella. Vaig tornar amb unes cent fotos; la majoria de l'Eixample. Moltes d'elles del carrer de roger de llúria, un carrer que aparentment és com els altres de l'Eixample, una mica més ple de trànsit fins i tot, i segons he vist en aquell "anar a recuperar un llibre", ple de boniques façanes com aquesta, almenys a mi m'ho sembla.

PODI-.

martedì 26 aprile 2016

Casa Manuel Felip

CAT-IT-ESP

àusies march façanes eixample manuel felip

El carrer d'Ausiàs March és ple de construccions modernistes. Aquest, al número 20, és la Casa Manuel Felip, de l'arquitecte Telm Fernández i Janot.
---------------------------------------------
Pensavo non fosse del Gaudí... Ero sbagliato,
si tratta di una costruzione dell'architetto Telm Fernández i Janot,
per niente noto da me.
La costruzione ha un nome: Casa Manuel Felip,
nella via d'Ausiàs March, il quartiere dell'Eixample,
la parte di Barcellona che iniziò presso il 1880...
(questa è del 1901)
---------------------
En 1901 se construye la casa Manuel Felip, de estilo modernista. El exterior ya llama la atención pero el interior es francamente espectacular, si bien no lo conozco directamente y solo puedo remitirme a las imágenes del blog BARCELONA, AHORA Y SIEMPRE, que nos ofrece entre explicaciones varias fotografías. El edificio puede visitarse.

podi-.

domenica 24 aprile 2016

le ragazze e il gabbiano - Gaviota argentea

IT-CAT-ESP


Si fa sera, l'ottobre invita andare al mare; una passeggiata, non parliamo di fare un bagno. Barcellona ha un clima mite ma il bagno in ottobre,... si deve essere molto bravo. Una passeggiata, chiacchierare con l'amica, forse sdraiarsi sulla sabbia e fumare una sigaretta. All'improvviso, un gabbiano; al pomeriggio i gabbiani vogliono la spiaggia per loro, è il suo tempo.
---------------------------------
En arribar la tarda, la platja és de les gavines; als matins no acostumo a veure-les i menys si hi ha gent però a les tardes deu haver alguna cosa que, juntament amb els coloms, les atreu i tot i haver gent sobre la sorra, s'hi posen també elles.
---------------------------------
Pues normalmete las que veo son gaviotas "más limpias", es decir, blancas con zonas grises muy definidas, patas amarillas - gaviotas patiamarillas, se llaman -, pero no era el caso de esta, la gaviota argentea, que aterrizaba sobre la playa de Barcelona una tarde de octubre ante la mirada de las dos chicas que hacían su pícnic playero aquella tarde.

podi-.

venerdì 22 aprile 2016

Porta Romana - Santa Magdalena (Zaragoza)

ESP-IT

dibujo de la porta romana en zaragoza

La construcción de la derecha es la iglesia de Santa María Magdalena, de carácter mudéjar con su torre cuadrada. A la izquierda, dando color a la pared medianera, una representación de la PUERTA DE VALENCIA o PORTA ROMANA, que pervivió hasta 1867, momento en que fue derribada. Tenemos fotos, no obstante, en el blog de zaragoza.
------------------------
La chiesa è Santa Maria Magdalena, mudejar, con la torre che si può vedere da diverse stradine, anche se sono strette. Il murale è la "porta di Valencia" o "porta romana" perche era una uscita dalla città che legava Saragozza con Roma. L'arco viene dall'espoca romana e fu distrutto nel 1867.

podi-.

mercoledì 20 aprile 2016

Andrea Camilleri - la pensione eva

IT

la pensione eva camilleri libro

Siamo nel tempo della Seconda Guerra Mondiale. Nenè, Ciccio e Jacolino, tre ragazzi adolescenti, passano le serate dei lunedì nella "pensione eva",, un prostibolo in cui lavorano sei ragazze - le picciotte - che cambiano ogni quindicina. I ragazzi sono minorenni, quindi non possono andare alla pensione da clienti, ma lunedì è il giorno festivo delle ragazze e loro vanno a fare una chiacchiera, a cenare (Nené e gli altri portano la cena e le bevande) e se frattanto qualche ragazza vuol intimare di più...

Ma alla fine è davvero una visita piuttosto sociale che sessuale. Si succedono piccole vicende e qualche aneddoto. La guerra va avanti e prende di pieno il paese; tutto peggiora e i ragazzi diventano pienamente adulti,... diciott'anni; bombardamenti, morte, orrore,... 

Nenè e Ciccio, un canto all'amicizia, si vogliono bene. Le sarde, una tegola, un piccolo fuoco, il vino, la spiaggia - la pilaja -,...

podi-.

sabato 16 aprile 2016

Moritz blau Sitges

CAT-IT-ESP

Cursa Barcelona Sitges 600 Moritz

A l'anterior entrada un 600 negre de la Moritz; ara un de blau, correspon a l'Aigua de Mo-Oritz. També a la cursa Barcelona-Sitges de vehicles antics. Aquest és descapotable; no se'n veien gaires quan circulaven més habitualment.
----------------
SEAT 600 decappottabile. In Spagna, quando di solito c'erano in strada, le 600 non erano decappottabili. Quello dell'immagine promoziona una birra. La porta si apre all'incontrario del normale, quindi si tratta di una modello antica davvero.
-----------------
El SEAT 600, en este caso promocional de las cervezas Moritz, fue el coche del desarrollo económico de los 60. En este, su puerta se abre al revés de lo que estamos acostumbrados en la actualidad, por lo tanto, uno de los modelos antiguos de 600. ¡¡Además descapotable!!

podi-.

giovedì 14 aprile 2016

Moritz - 600 - Sitges

ESP-IT-CAT

Cursa Barcelona Sitges 600 Moritz

En el rally Barcelona-Sitges, además de los vehículos que podríamos llamar "superclásicos" típicos de Ford, Hispano-Suiza,... al menos en la edición 2016 también participaban algunos de los 600 que la marca cervecera Moritz hace circular habitualmente por las calles. Normalmente se ve el modelo amarillo, este negro, anunciando su marca más fuerte en graduación, no lo había visto anteriormente.
----------------
SEAT 600 - Questa vettura appartiene alla ditta di birra "Moritz" e viene utilizzata dal personal commerciale, pertanto la vediamo di solito per le strade di Barcellona, sebbene normalmente è gialla anziché nera.
--------------
Al Barcelona-Sitges d'enguany també hi havia una flota de 600 de la marca cervesera que fa ús d'aquests vehicles. No és que sigui el 600 un automòbil típic d'aquesta cursa, ja que podríem considerar-lo modern en relació a la resta; de fet encara circula pels nostres carrers i no només en la forma recuperada per fer publicitat de la cervesa.

podi-.

martedì 12 aprile 2016

Balcón Consistorial - Balcone Comunale

IT-ESP-CAT

Rellotge Ajuntament de Palma

Il balcone del Comune di Palma, Isole Baleari. L'orologio ha la scritta "tempo medio - anno di 1849", anche se ho letto che l'orologio fu messo in facciata il 10 ottobre 1863, compleanno della regina Isabella II di Spagna.
-------------------
"Tiempo medio - año de 1849",... es lo que pone en el reloj del balcón consistorial del Ayuntameniento de Palma. El reloj, no obstante, fue colocado el 10 de octubre de 1863. Lo hicieron en Francia - en Suiza hay otro casi igual -. 
-----------------
Falten 5 minutos per a un quart de vuit. És el rellotge que hi ha sobre el balcó de l'Ajuntament de Palma. Té un nom, en Figuera li diuen, que era un tal que segles abans - s. XIV - havia construït una campana que era la que abans tocava l'hora.

PODI-.

domenica 10 aprile 2016

Difuminado doble - Doppia sfocatura

IT-CAT-ESP

font placa sant felip neri

Plaça de Sant Felip Neri - Barcelona

Nella targa si potrebbe leggere "plaça de sant felip neri, 16", il nome della piazza. Non è incuria,... è la testimonianza della bomba che un aereo lasciò cadere sulla piazza il 30 gennaio 1938. Quarantadue morti, sopratutto bambini.
-------------------
Avui se sent només el rajolinet d'aigua de la font central de la plaça. Aquell 30 de gener foren les bombes de l'aviació fascista italiana que posaren el soroll i portaren la mort a 42 persones, la majoria nens que venien precissament a refugiar-se dels bombardeijos.
-------------------
Difuminado doble,
el hilo de agua es prácticamente el único ruido que se oye en la plaza.
No es desidia, la inscripción es testimonio,
la Guerra Civil, un avión, una bomba, los niños intentando refugiarse...
42 víctimas mortales
30 de enero de 1938.

podi-.

mercoledì 6 aprile 2016

Via Castiglione - Bologna

ESP-IT-CAT

via castiglione bologna bolonia

07/11/2013

Una de las características de Bolonia son los pórticos en prácticamente todas sus calles. En Via Castiglione éstos no tienen continuidad quedando tan solo algún pequeño tramo porticado como este, que acoge la "libreria novissima".
--------------------------
Bologna è la città dei portici - anche Torino -. Alcune strade hanno portici a tratti. Sotto di quelli che si vedono a sinistra c'è una libreria: "libreria novissima". A destra, il palazzo della mercanzia e quello che sembra una scala a pioli nell'aria non è altro che le filovie della filobus.


Una ragazza guarda lo smartphone
--------------------------
Els porxos a Bolònia són una característica de la ciutat, fruit de l'aprofitament de l'espai viari per les construccions, però no sempre tenen una continuïtat al llarg de tot un carrer, com passa en aquest tram de la Via Castiglione. 

A la dreta, "il palazzo della mercanzia", la càmera de comerç a Bolònia. I aquella mena d'escala que penja al mig del carrer en l'aire? són els cables del trolebús; Bolònia té trolebusos.

podi-.

lunedì 4 aprile 2016

Tutte le cosmicomiche - Italo Calvino

IT

Una raccolta di racconti...

1. La distanza della Luna: Una volta la Luna era molto vicina alla Terra. Tanto così che bastava, durante i pleniluni, andare con una barca all'orizzonte e quando si era sotto della Luna, con una scala a pioli e balzando un po' si arrivava lassù e si poteva correre per la sua superficie... Un bel racconto d'amore, un amore tra la Luna e la Terra, ma non solo...

La distanza della Luna 
 La molle Luna
La Luna come un fungo
Le figlie della Luna

2. Sul far del giorno: Dapprima, "loro" vivevano sulla nuvola; non c'era niente di più oltre il buio. Infatti il buio apparve soltanto con le prime luci; prima nè il buio. Il buio e il vuoto,... e la nuvola su cui erano tutti "loro". All'improvviso "lui" disse qui si tocca e tutto iniziò.


Sul far del giorno

3.Il segno nello spazio: Lasciare un segno nello spazio per ritrovarlo quando il sistema solare ripassi per quel punto tra 200 milioni d'anni.

Italo Calvino tutte le cosmicomiche


4.Tutto in un punto: Il Big Bang. Tutto l'universo era in un solo punto e all'improvviso scoppia e si espande. A un certo punto, smetterà di espandersi e tornerà a concentrarsi tutto in un solo punto. Noi, nel punto preciso dovremmo adoperare diverse considerazioni di comportamenti; la vita diventerà, diciamo più stretta-

5. Senza colori: Il mondo non ha ancora un'atmosfera e quindi il sole non passa per nessun filtro e la sua luce fa que tutto sia grigio, senza colori (in questo racconto viene spiegato così: senza l'atmosfera non ci sono i colori!!) Che questo sia veramente così fa lo stesso; si crea un'ambientazione della Terra dove tutto è grigio e in mezzo a tutto, una piccola storia di amore: Ayl,... lei, grigia lo stesso del suolo, lo stesso delle montagne, lo stesso di tutto. A un certo momento, incomincia a formarsi un'atmosfera e accade una catastrofe: appariscono i colori, tutto è diverso,... un dramma. Ayl è grigia è vuol continuare essendo grigia.

6. Giochi senza fine: Andiamo a far volare galassie? A l'inizio dell'universo si poteva giocare a tutto.

7. Lo zio acquatico: Lotta tra generazioni? Vilipendiare quello che è vecchio? in ogni caso, un'altra storia d'amore. I pesci hanno lasciato l'acqua,... ma un prozio del narratore non l'ha fatto. Ciascuno difende il suo stato e si pretende che l'altro cambi posizione.

8. Quanto scommettiamo: Dapprima, si poteva scommetere qualcosa e guadagnare poiché poche cose potevano accadere; si poteva dedurre tutto perfettamente. Poi, tutto venne più complicato.

9. I dinosauri: Un bel racconto, per me, quel che mi è piaciuto di più a questo punto. Potrebbe trattarsi sulla propria identità, su come crediamo di essere visti e ci vedono in realtà gli altri. Quanto belli - o terrificanti - possono essere i miti di quanto siano veramente stati! (perciò sono miti).


I dinosauri

10. La forma dello spazio: Dapprima si cadeva infinitamente, non c'era più che il nulla, ogni tanto un universo in lontananza...

11. Gli anni luce: Guardando col telescopio ho visto una galassia a 200 milioni di anni luce con un cartellone con la scritta TI HO VISTO.... che corrispondeva a un giorno in cui avevo fatto una brutta figura, ...200 milioni di anni fa.

12. La spirale: Il mondo visto da me, evoluzionato inesorabilmente per causa della mia esistenza. Se io non ci fossi nulla avrebbe nessun senso.

13. La molle Luna: Lo sapete che i continenti provengono dalla Luna?. Una volta, anni fa, la Luna ci si avvicinò; dapprima più vicino che Marte, poi una gran palla, poi...

14. L'origene degli uccelli: si salta... Questo non l'ho letto; viene spiegato in forma di fumetto e non mi piace.

15. I cristalli: La Terra era fatta di cristalli, forme regolari, angolose,... perfette! Poi, con il raffreddamento potrebbe aversi rassodato ma non è stato così. Adesso tutto è irregolare,... un pasticcio. A lei stà benissimo; a lui manca quel mondo...

16. Il sangue, il mare: Un'altra volta i ricordi primordiali da quando eravamo nel mare, si nuotava in liquido che soltanto rimane nelle nostre vene...

17. Mitosi: Da quando io ero una cellula e i miei cromosomi si raddoppiavano.

18. Meiosi: Una cellula riflette sul suo dividersi e incontrarsi, sul materiale genetico dei genitori, sul presente, sul futuro,...

19. Morte: Non mi è piaciuto. Niente da dire...

20. Ti con zero: Una vera e propria disquisizione sul tempo, infatti sullo spaziotempo. Niente da obiettare, tranne che questi ragionamenti vengono fatti al momento giusto in cui un leone salta verso "il filosofo" mentre una freccia lanciata da lui va diretta alla testa del leone, ...ma ancora non è arrivata e non si sa di sicuro se arriverà.

21. L'inseguimento: La prossima volta che mi trovi in un ingorgo di viabilità sarò felice di sapere che non ho alle mie calcagna un inseguitore che vuole spararmi.

22. Il guidatore notturno: tutto un litigio amoroso viene ridotto a un problema logico-matematico in cui si prettende mettere in ordine al caos.

23. Il conte di Montecristo: Di tutte le possibilità, il romanzo di Dumas è quella che scarta tutte quelle che eppure essendoci non vengono considerate.

23. La Luna come un fungo: La Luna, per l'azione gravitatoria del Sole, si staccò dalla Terra. Prima, la Luna non c'era mai. la Terra era assolutamente coperta dalle acque, ma quando la Luna sorse e lasciò la Terra, i continenti emersero.

23. Le figlie della Luna: Una luna se ne va e un'altra viene.

23. I meteoriti: Dapprima la Terra era così piccola da potersi inviare al di fuori tutti i meteoriti che le cadessero. Poi, s'ingrandì e la gravità fu maggiore e non fu più possibile lanciare allo spazio esteriore nessun altro meteorito e il paessaggio della Terra cambiò.

24. Il cielo di pietra: Viviamo nella parte più esterna del pianeta...

25. Fino a che dura il Sole: Divertente; una famiglia cerca un posto nell'universo dove si potrà vivere dopo che la sua stella si è spenta e viene a fermarsi nel nostro sistema solare dove avranno più di quattro miliardi d'anni di stabilità.

26. La tempesta solare: Nello spazio, Rah lo ritrovò. Qfwfq faceva in quel tempo il capitano di una nave maritima nella Terra. Gli strumenti smessero di funzionare, la radio, le bussole, i radar...

27. Le conchiglie del tempo: Un'altra volta le cozze; per me un po' indigeribile,... in tutti i sensi.

28. La memoria del mondo: Se la realtà del mondo non concorda con quella che stiamo scrivendo, dobbiamo cambiare la realtà.

29. Il niente e il poco: Bisognerebbe tutta la durata dell'Universo successivo al primo secondo per spiegare tutto quello che è successo in quel primo secondo. Quanto conosciamo dell'Universo non è altro che il poco, generato dal niente.

30. L'implosione: Mentre Qfwfq implode per decisione propia, un altro, piuttosto lo stesso Qfwfq in un altro posto, esplode al tempo che fa lo steso l'Universo.

31. L'altra Euridice: Vivevamo nel più interno della Terra. Euridice infilò la gola di un vulcano spento e scoprimmo l'esterno, il vuoto, il confine del pianeta... Un braccio la trascinò al di fuori e io la perse per sempre. Fui incontro suo, presi la forma della lava, volevo trovarla e darle un nuovo tetto a pietra, che non fosse esposta al vuoto...


Il cielo di pietra,
l'altra Euridice

PODI-.

sabato 2 aprile 2016

En alquiler - Affittasi

CAT-IT-ESP

barres persianes ciutat vella born

En lloguer, sí, però ens fixem en una altra cosa, val?
Just a sota de cada balconet, o a sobre de la porta de cadascú d'ells, hi ha una barra metàl·lica; no només en l'edifici central, també a l'altre i en moltíssims més edificis de Barcelona: les persianes, abans, penjaven d'aquesta barra, de vegades encara ho fan en alguns llocs. Fins i tot a casa meva n'hi ha barres d'aquestes que féiem servir quan també teníem les típiques "alacantines".
------------------------
Siamo nel passeig del born, a Barcellona. Il centro storico di Barcellona,... tantissime abitazione sono state riabilitate; poi si vendono, si affittano,... i prezzi salgono in stramisura.

Ma una cosa,...: sotto la mensula, la sporgenza dei balconi c'è un bastone per le tende o persiane, di ferro battuto. È una cosa tipica a Barcellona, e non solo; anche se di solito non si utilizza.
------------------------
Es el paseo del Borne, en Barcelona. ¿Elementos? las persianas, por ejemplo - se llaman alicantinas -; las barras que hay justo bajo los balcones y que debieran servir para colgar tanto persianas como cortinas de exterior y que en muchos balcones han quedado en desuso; el propio edificio sigue una tipología bastante habitual en Ciutat Vella aunque no exclusiva ni siquiera de Barcelona; los suelos de algunos balcones - en el edificio de la izquierda - pueden estar constituidos también muy a menudo por baldosines; los tendederos en varios balcones que aunque en este caso no tienen ropa no es nada inhabitual que la tengan - y esa es una característica que tampoco es exclusiva de Barcelona pero que en la ciudad se da casi que únicamente que en este barrio, Ciutat Vella.

Habrá más cosas, claro,... los árboles sin hojas permitieron la fotografía.

podi-.