post al caso

venerdì 10 maggio 2013

Sessanta Racconti - Dino Buzzati



IT





Dopo avere letto il deserto dei tartari, ho iniziato questa raccolta di piccoli racconti; tre quattro pagine in genere.
  1. I sette messaggeri: Non ho potuto lasciar di pensare alla sonda spaziale "Voyager", benché la storia non c'entra con lo spazio; io credo che capita in un tempo lontanissimo, senza telefonini, senza macchine,... niente a che vedere con i viaggi spaziali.
  2. L'assalto al grande convoglio: Ho saputo del Monte Fumo, che è una montagna nello confine tra Austria e Italia e che ha un'altezza di 3251 m.
  3. Sette piani: Un uomo si rivolge a un sanatoria poichè ha una malattia e questo sanatorio soltanto tratta questa malattia. I malati sono allocato in base alla sua gravità in uno dei suoi sette piani...
  4. L'ombra del sud: Chi può essere che si trova a tutti i posti dove noi andiamo e non possiamo collegarlo? Chi ci guarda, aspetta e perchè? Cosa vuole dirci??
  5. Eppure battono alla porta: Quando si ovvia, si nega la realtà per paura di perdere il suo controllo, per l'arroganza e la protervia, perché non piace che siano gli altri che ti apprano gli occhi...
  6. Il mantello: La mamma,... la mamma fa tutto con amore e affezione per suoi figli. Ti vuole vedere felice e subisce se non ti vede contento. La mamma ti fa un panino quando parti in viaggio, te lo fa con gli ingredienti che ti piaciono... Le madri subiscono molto, sempre!
  7. L'uccisione del drago: Una battuta esce all'incontro di un drago. La mamma,... la mamma tutto lo fa con amore e affezione per i suoi figli; non sbaglio, no... Altra volta la mamma!
  8. Una cosa che comincia per elle: La situazione di un uomo può cambiare drammaticamente; una febbre...
  9. Il facocero vecchio: Un'altra cacciata dal punto di vista della preda.
  10. Paura alla Scala: Un racconto lungo... La rivolta in strada e l'alta società alla Scala... 
  11. Il borghese stregato: Giocare con ragazzini può essere più pericoloso che pensiamo.
  12. Una goccia: Una goccia si comporta di un modo imprevedibile, quindi è vista come un grande pericolo.
  13. La canzone di guerra: La canzone che non corrispondeva con le attuali circostanze militari.
  14. Il re a Horm el-Hagar: Ciascuno percepisce gli stessi fatti di modo diverso.
  15. La fine del mondo: "E io? ...e io?"
  16. Qualche utili indicazione a due autentici gentiluomini: Ché cosa peggiore ci potrebbero profetizzare?
  17. Inviti superflui: Io vorrei anche una cosa così.
  18. Il crollo della Baliverna: Tu sai cosa è un castello di carte? Oppure l'effetto domino? Oppure quando si sa una informazione che ti può fare male e ogni tanto te la ricordano con sottintesi...?
  19. Racconto di Natale: Dio è, tra le tante cose, "condividire". Se qualcuno ci chiede condividerLo e non vogliamo, allora, Dio sparisce; non che se ne vada, che non c'è già con noi..
  20. Il cane che ha visto Dio: Un racconto, una favole davvero, la meglio di tutte quelle che ho letto finora. Quanto è difficile fare il bene, ...a causa del timore che altri ridano di noi.
  21. Qualcosa era successo: Un treno viaggia veloce verso la sua destinazione mentre dalle finestre si vede la gente spaventata affrettandosi ad andare nel senso opposto.
  22. I topi: Un'altra volta non si vuole ammettere la realtà.
  23. Appuntamento con Einstein: Un uomo si trova a Einstein una serata... Altra storia sull'aldilà.
  24. Gli amici: Perché gli spiriti sono in case abbandonate, tra i ruderi delle torri leggendarie...?
  25. I reziari:: Dio, che cosa aveva fatto: poco era bastato a rovinare una vita...
  26. All'idrogeno: Quasi fosse un sogno...
  27. L'uomo che volle guarire: Non mi è piaciuta la fine del racconto.
  28. 24 marzo 1958: Se si alza la vista si possono vedere tre piccoli satelliti artificiali che l'uomo ha lanciato dalla Terra versi gli spazi interplanetari...
  29. Le tentazioni di Sant'Antonio: Delle nuvole sono i pecatti capitali; ma le tentazioni non risiedono al di fuori...
  30. Il bambino tiranno: ...ma c'è una legge che dice che quando un bambino tocca di nascosto una cosa dei grandi, questa cosa subito si rompe e simmetricamente... 
  31. Rigoletto: Ciò che tutti sanno è ciò che nessuno ci ha detto ka che altrettanto sappiamo.
  32. Il musicista invidioso: Divertente storia di chi sospetta che qualcuno gli nasconde qualcosa.
  33. Notte d'inverno a Filadelfia: Due storie, due tempi. Un uomo è trovato morto... Piano piano sappiamo come è accaduta la iattura.
  34. La frana: Cercando la notizie...
  35. Non aspettavano altri: Una coppia sbarca in una città in cui loro sono stranieri. Sono, soprattutto lei, assai stanchi e hanno bisogno di un albergo e una doccia.
  36. Il disco si posò: I marziani che non hanno mangiato i frutti dell'alberto del bene e del male.
  37. L'inaugurazione della strada: Ci intestiamo a arrivare a luoghi in cui non arriveremmo mai se avessimo tutto il tempo del mondo; con l'unica motivazione che lo avevamo pianificato in questo modo.
  38. L'incantesimo della natura: Una grande catastrofe si avviene nel mezzo di centinaia di storie mondane.
  39. Le mura di Anagoon: in attesa di risposta dall'interno.
  40. Direttissimo: Un altro treno, nuovamente la madre e il suo incondizionato e indulgente amore. Mentro lo leggo anch'io sto viaggiando con la mamma in treno.
  41. La città personale: Di solito le persone che viviamo a un posto non sappiamo delle cose che non sono importanti quotidianamente.
  42. Sciopero dei telefoni: Anch'io ho pensato qualche volta che dall'altra parte del telefono potesse avere qualcuno inaspettato...
  43. La corsa dietro il vento: Mi è parso di sentire pezzi di conversazioni altrui.
  44. Due pesi, due mesure: Tre quattro piccoli racconti. ...Se pensassimo a quegli animali che mangiamo, come erano felici prima di essere cacciati o ammazzati e a ché cosa potessero pensare nel momento finale della sua vita... Se ci pensassimo... Questo è stato un altro dei racconti che mi sono piaciuto di più.
  45. Le precauzioni inutili: Quattro piccoli racconti sulle ironie o scherzi della vita.
  46. Il tiranno malato: Una favola su possenti e sommessi.
  47. Il problema dei posteggi: Come un monologo televisivo.
  48. Era proibito: A grandi proibizioni grandi insubordinazioni.
  49. L'invincibile: Un semplice racconto, un po' scipito.
  50. Una lettera di amore: In una situazione di orgasmo facciamo delle cose impensabilili da fare allorquando è passata l'eccitazione.
  51. Battaglia notturna alla Biennale di Venezia: Non ho letto la Divina Commedia ma credo che sia così...
  52. Occhio per occhio: L'occhio per occhio a volte li possiamo prevedere e, allora, il nostro agire sarà misurato. Invece, non lo sarà se non crediamo nè per un attimo che possa esserci nessuna possibilità di vendeta.
  53. Grandezza dell'uomo: "Io sono Morro il Grande". È l'universo connesso.
  54. La parola proibita: La parola proibita da dire e scrivere non si può conoscere poiché nessuno vuole dirtela (è proibita...).
  55. I santi: Un bel racconto sui santi che stanno nel cielo attorniati da Dio.
  56. Il critico d'arte: È forse una critica ai critici??
  57. Una pallottola di carta: Possiamo possedere un tesoro senza avere niente, ci essendo soltanto la possibilità che possiamo averlo. Per esempio, una cassa chiusa che non abbiamo mai aperto e sulla quale pensiamo che possa avere qualcosa di valore.
  58. La peste motoria: maestrevole! Le macchine incorrono in malattie
  59. La notizia: Buzzati in parecchie occasioni pare che abbia bisogno di una grande, temuta e improvvisa catastrofe. In queste circostanze i suoi personaggi lasciano di essere grandi celebrità per diventare uomini con preocupazioni normali (la mia moglie, la mia casa, dove debbo andare...)
  60. La corazzata TOD: Pensavo che non mi interesserebbe ma ero sbagliato.

PODI-.

Nessun commento:

Posta un commento