venerdì 15 giugno 2012

Umberto Eco - La misteriosa fiamma della regina Loana



Anzitutto voglio dire che nelle prime pagine del libro ho visto una definizione del teorema di Pitagora che mi ha fatto visualizzare il suo significato:
El teorema, in italiano, dice:
In un triangolo rettangolo, l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa è equivalente alla somma delle aree dei quadrati costruiti sui due cateti.
In spagnolo si insegna con questo enunciato: in tutto triangolo rettangolo il quadrato dell'ipotenusa è eguale alla somma dei quadrati dei cateti, Questa definizione è per me soltanto una formula matematica.

:::

Un uomo si sveglia dopo avere stato in coma e non ricorda niente intorno di lui. Unicamente ricorda dati che non c'entrano con emozioni imparetate con lui: vale a dire, tutta la sua vita è stata dimenticata.



Con l'aiuto della sua moglie tenterà di ricuperare i sui ricordi. Prende la decisione di tornare alla casa della sua infanzia, in campagna, dove procurerà ricordare per mezzo della lettura e gli oggetti che lì trova. Ma non è proprio ricordare quello che fa bensi è sapere che quelli libri sono stati letti prima da lui, anni fa, ma senza avere la sensazione del ricordo...

Questo è un romanzo illustrato. Le illustrazioni inserite sono le copertine dei libri che Yambo, il narratore e protagonista del romanzo, trova in quella casa. Anche trova dischi, e li sente. Io ho sentito nella mia casa, come il proprio Yambo nella sua, se potesse avere mille lire al mese, una canzone dell'anno 1938.

Con le illustrazioni scopriamo l'Italia degli anni quaranta. Ma c'è una seconda parte,... una seconda parte dove l'ambientazione è diversa. La fine del libro è apoteosica.

Con Umberto Eco sempre si impara qualcosa; GENIALE!

la misteriosa fiamma della regina Loana
...la nebbia di Yambo...

podi-.




Nessun commento:

Posta un commento